LEONARDO A MILANO

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

LEONARDO A MILANO

17 Ottobre 2019

Posti terminati

Dopo i luoghi natali di Leonardo da Vinci visitati in settembre, il nostro approfondimento sul grande maestro toscano si arricchisce con altri importanti visite nella città lombarda; la Sala delle Asse concepita ed affrescata dall’ artista toscano per Ludovico il Moro e la Pinacoteca Ambrosiana con il codice atlantico ed alcuni capolavori di scuola leonardesca.
La Sala delle Asse, l’ambiente più prezioso del Castello Sforzesco, stanza in cui si ha l’illusione di essere sotto un lussureggiante pergolato di alberi. La Sala è stata riaperta al pubblico dopo un innovativo intervento di restauro per le celebrazioni di quest’anno dei 500 anni dalla morte del genio.
La Pinacoteca Ambrosiana, scrigno di una vasta e preziosa collezione d’arte e primo museo pubblico cittadino (fondata dal cardinal Federico Borromeo nel 1608), le tre sale aperte appositamente per le celebrazioni, raccolgono diverse opere leonardesche che testimoniano l’ eredità pittorica di Leonardo a Milano. Completerà la nostra giornata la visita (facoltativa) alla Chiesa ipogea del Santo Sepolcro fresca di restauro, chiesa antichissima di cui Leonardo ha disegnato e studiato la pianta e in cui il cardinal Borromeo si ritirava in preghiera.

Ore 7,30 : partenza dal parcheggio del palazzetto dello Sport di Parma.
Rientro a Parma in serata.

 

PRENOTAZIONI E SALDO ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2019 O AL RIEMPIMENTO DEL GRUPPO.

( NUMERO CHIUSO 30 PARTECIPANTI)

Dettagli

Data:
17 Ottobre 2019
Categoria Evento:
ASSICURATIVA: POLIZZA INA ASSITALIA N. 00017801

ORGANIZZAZIONE TECNICA: Fuoricittà Viaggi

Autorizzazione all’esercizio rilasciata dalla Provincia di Parma, protocollo n.17469 del 10 marzo 2010

IN CASO DI EVENTUALI CONTROVERSIE IL VIAGGIATORE SI POTRA’ RIVOLGERE DIRETTAMENTE ALLA SEDE DELLA FUORICITTA’ VIAGGI, VIA SPEZIA 28/E – PARMA

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA AI SENSI DELL’ART. 16 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 1998 N.269:
“la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione o alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero.