NAPOLI – La città gentile 2^ data

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

NAPOLI – La città gentile 2^ data

24 Gennaio 2020 - 27 Gennaio 2020

Posti terminati

1° GIORNO
Venerdì, 24 gennaio 2020
Ore 07,00 ritrovo dei Signori partecipanti presso il parcheggio del Palazzetto dello sport e partenza per Napoli.
Pranzo libero.
All’arrivo, dopo una breve passeggiata in uno dei luoghi pubblici più spettacolari della città partenopea, Piazza del Plebiscito, inizieremo subito la visita del vicino Teatro San Carlo: uno dei tempi lirici italiani. Il teatro fu costruito nel 1737 per volontà di Carlo III di Borbone per rappresentare ancor di più il potere Regio e il ruolo di capitale del Regno della città: 55 anni prima della Fenice di Venezia, 41 anni prima della Scala di Milano, 84 anni prima del teatro Regio di Parma. Oggi è uno dei più antichi teatri ancora in attività ed è stato inserito dal National Geographic tra i dieci più belli al mondo.
Dopo la visita un buon caffè allo storico Caffè Gambrinus dove cresce la felicità di vivere e poi trasferimento in hotel.
Cena e pernottamento in hotel.

2° GIORNO
Sabato, 25 gennaio 2020
Prima colazione in hotel.
Partenza in pullman per la Certosa dedicata a San Martino, vescovo di Tours. Fondata nel 1325 per volere di Carlo D’Angiò, duca di Calabria, la struttura gotica originaria è stata profondamente modificata dai rimaneggiamenti successivi, soprattutto tra la fine del Cinquecento ed il Settecento. Oggi diverse sezioni compongono il Museo ivi collocato: quella della scultura, ma anche la quadreria del Quarto del Priore, vetri e collezioni di pittura napoletana dell’800. Dalla Certosa si ammira uno straordinario ed incantevole squarcio panoramico sul Golfo di Napoli.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio visita al centro storico di Napoli, dal 1995 Patrimonio UNESCO, con i suoi 3 Decumani che percorrono la città da est ad ovest, incrociati dai vari cardini da nord. Dei tre decumani, quello inferiore è il più lungo e, come visto dall’alto della Certosa di San Martino, divide Napoli esattamente in due parti: per questo viene chiamato “Spaccanapoli”. Il cuore del decumano inferiore è la famosa via San Biagio dei Librai, con le sue pasticcerie, friggitorie, le botteghe di artigianato locale, immersi nel calore della gente.

La visita principale è dedicata alla Cappella San Severo, gioiello del patrimonio artistico mondiale; uno dei più singolari monumenti concepiti dalla creatività barocca e dove bellezza e mistero s’intrecciano creando un’atmosfera unica. All’interno l’opera di Giuseppe Sanmartino, un capolavoro marmoreo universalmente tra i più conosciuti, “ un sudario che le morbide coltri raccolgono misericordiosamente, sul quale i tormentati, convulsi ritmi delle piaghe del velo incidono una sofferenza profonda, quasi che la pietosa copertura rendesse ancor più nude ed esposte le povere membra”: il Cristo velato.

Cena in pizzeria.
Pernottamento in hotel.

3° GIORNO
Domenica, 26 gennaio 2020
Prima colazione in hotel.
Partenza in pullman per le catacombe di San Gennaro. Disposte su due livelli non sovrapposti, molto differenti da quelle romane per via degli spazi estremamente ampi, grazie alla solidità e lavorabilità del tufo. Il nucleo originario risale al II secolo dopo Cristo probabilmente sepolcro di una famiglia gentilizia. Il livello superiore, il luogo di sepoltura dei vescovi, ha origine da un antico sepolcro del III secolo d.c, ma la sua espansione inizia nel V secolo con la traslazione delle spoglie di San Gennaro ed il conseguente pellegrinaggio per la presenza del martire.
Pranzo libero.
Dopo la visita alle catacombe, trasferimento al vicino Museo di Capodimonte, ospitato all’interno del Palazzo Reale nella rigogliosa area del Real Bosco. Come descritto nella sua home-page, “il Museo ha molte anime e tutte meritano una visita. E’ come percorrere un manuale della storia dell’arte in Italia( e non solo) dal Duecento al Novecento ed oltre; nelle sale si incontrano i capolavori degli artisti di ogni scuola pittorica italiana, e poi le sculture, la raccolta grafica e gli oggetti preziosi. Le collezioni presenti raccolgono circa 20000 oggetti, distribuiti su tre piani della nuova reggia voluta nel 1738 da Carlo di Borbone, compresa la straordinaria raccolta presente nella Galleria Farnese.
Ritorno in hotel.
Cena in ristorante tipico.

4° GIORNO
Lunedì, 27 gennaio 2020

Prima colazione in hotel e check-out.
Trasferimento a piedi al Pio Monte della Misericordia, l’importante istituzione fondata nel 1602 da sette nobili che, consapevoli delle necessità della popolazione bisognosa di aiuto e solidarietà, decisero di devolvere parte dei propri averi ed del loro tempo in opere di carità. Ancora oggi, questa istituzione con i suoi Associati, continua l’opera di assistenza e beneficienza.
All’interno della Cappella il dipinto di Caravaggio che compendia la missione del Pio Monte della Misericordia in una straordinaria sintesi delle “sette opere di Misericordia corporale”. Un capolavoro che ci ha consegnato anche un grande ritratto della città; l’anima di Napoli e la sua umanità, con la sua bellezza fatta di grandezza e miseria.
A seguire una breve passeggiata fino al Duomo per vedere la Cappella di San Gennaro, gioiello di sapienza orafa e luogo della famosissima liquefazione del sangue del martire più venerato e amato…il Santo che, secondo i napoletani, “ non dice mai di no!”.
Pranzo libero.
Partenza da Napoli intorno alle ore 15.00 per il rientro a Parma.

Dettagli

Inizio:
24 Gennaio 2020
Fine:
27 Gennaio 2020
ASSICURATIVA: POLIZZA INA ASSITALIA N. 00017801

ORGANIZZAZIONE TECNICA: Fuoricittà Viaggi

Autorizzazione all’esercizio rilasciata dalla Provincia di Parma, protocollo n.17469 del 10 marzo 2010

IN CASO DI EVENTUALI CONTROVERSIE IL VIAGGIATORE SI POTRA’ RIVOLGERE DIRETTAMENTE ALLA SEDE DELLA FUORICITTA’ VIAGGI, VIA SPEZIA 28/E – PARMA

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA AI SENSI DELL’ART. 16 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 1998 N.269:
“la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione o alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero.